Trash the Dress

Cos’è Trash the Dress?

E’ uno stile di fotografia che nasce dalla fotografia di matrimonio tradizionale ma che viene fatta dopo il reale giorno del si.

Si ri-indossano i vestiti del giorno del matrimonio solo che la location puo’ non essere l’elegante villa o il giardino del ristorante ben curato, puo’ diventare la passeggiata che si è fatta tante volte da fidanzati in centro città usando i luoghi cari come sfondo, quelli in cui ci si riconosce e  che sono fonte di ricordi particolari o semplicemente ci piacciono, ma che non è stato possibile fotografare il giorno del matrimonio.

Quale sposa non vorrebbe rimettere l’abito anche per un solo giorno?

Questa è l’occasione per farlo!!!

Trash the dress ha un carattere di fotografia che si avvicina al fashion e glamour, è uno dei miei stili di fotografia preferito perchè abbina quel carattere fiabesco e romantico con il contrasto della realtà quotidiana.

Vi propongo alcuni esempi qui di seguito, e per qualsiasi sposa abbia l’abito nascosto in fondo all’armadio, è l’ora di tirarlo fuori  (con tutto quello che vi è costato!!!)

Non vedo l’ora di fotografarvi!

Linda

img_80651img_16821karinalondoneye11img_04261

SWPP Convention, Novotel Hammersmith, London

Come lo scorso gennaio anche quest’anno ho partecipato all’annuale Convention di SWPP Society of  Wedding and Portrait Photographers. Il sabato ho seguito tre conferenze, al mattino Bruce Smith, Fashion Photography, ho trovato molto interessante ascoltare come Bruce si è formato cioè senza frequentare alcuna scuola di fotografia ma imparando dall’esperienza di vari fotografi prima e dalla sua stessa poi. Bruce ha parlato di come organizzare un photoshoot, definito i ruoli di stylist, make-up artist e a quali agenzie rivolgersi per trovare modelle. Ha inoltre sottolineato la differenza di un servizio fotografico per Editorial, catalogue o advertisement e di quanto sia importante creare una storia anche per un servizio di fashion.

Al pausa pranzo sono andata alla ricerca di un nuovo album da proporre ai miei sposi, e ho deciso alla fine di adottare lo stesso di Jerry Ghionis vista la cura e professionalita della casa di produzione autraliana.

Al pomeriggio ho tardato di dieci minuti all’inizio della conferenza tenuta da Sandy Puc riguardo fotografia di Maternità e neonati, due ore di parole non-stop, Sandy è una gran chiacchierona ma sa assolutamente il fatto suo e le fotografie dei bambini e famiglie erano meravigliose, lasciavano trasparire quella dolcezza e il rapporto speciale tra madre-figlio che ogni donna dovrebbe volere come ricordo indelebile di momenti cosi importanti.

La sera ho seguito Morag McDonald, che ha uno studio nella stupenda location del Paintworks a Bristol, e ha parlato di come gestire il marketing dell’azienda e dell’importanza di mantenere un cliente per tutta la vita.

Il lunedi era il giorno che aspettavo con piu impazienza, finalmente avrei visto il pluri-premiato fotografo australiano Jerry Ghionis, arrivo nella sala al pianterreno del Novltel e la trovo gia piena, tantissimi fotografi avevano prenotato il loro posto per sentire parlare Jerry della sua esperienza di fotografia di matrimonio, da dove era iniziata e come l’aveva poi trasformata fino a raggiungere uno dei livelli piu alti al mondo.

Jerry arriva sorridente e ci racconta la sua storia, ci svela i suoi segreti, ci fa ridere, ci ricorda come sia importante educarci alla visione, ci fa anche commuovere. Sa benissimo le difficoltà a cui si va incontro all’inizio di una nuova attività come la mia, ci elenca una lunga lista di problemi e la soluzione per risolverli.

E’ magia.

Quando esco dalla sala, con milioni di pensieri che sfarfallano nel mio cervello, sono davvero senza parole, quelle 8 ore di seminario sono state l’investimento dell’anno, non solo per la mia azienda Neverland ma anche per me come persona.

Quando sono andata a congratularmi e gli ho teso la mano, Jerry mi ha sorriso e detto “Thank you, give me a hug!”

Una persona vera, che ama il suo lavoro e lo si vede dalle sue meravigliose fotografie.

Grazie tantissimo a SWPP per avermi dato la possibilità di questi incontri cosi istruttivi per me e grazie a Jerry per avermi ricordato quanto amo il mio lavoro e quanta gioia mi da il poterlo fare.

Wedding open day all'Avon Gorge Hotel

img_13201Forse non tutti conoscono la meravigliosa vista dall’ Avon Gorge Hotel a Bristol, se ancora non vi siete sposati e cercate un posto da favola questo e’ uno da tenere in considerazione!

Proprio L’Avon Gorge  www.theavongorge.com ha richiesto la presenza di Neverland per il Wedding Open Day a Novembre.

Ad un solo esponente di fotografia, noleggio auto, catering e allestimento sala è stata data l’opportunita’ di partecipare all’evento ed incontrare i futuri sposi alla ricerca del posto perfetto per festeggiare il giorno dei loro sogni!

La disponibilita’ e gentilezza della manager Carole hanno evitato confusione nell’allestimento, in un’oretta scarsa ogni partecipante era pronto ad accogliere i primi fidanzati curiosi.

La giornata e’ trascorsa piacevolmente tra chiacchiere con i fidanzati, i vicini del noleggio auto e l’attrazione del giorno: la fontana di cioccolato che cambia colore- anche molto buona: provato!- Una splendida giornata di sole entrava dalle vetrate dell’Hotel lasciando gli ospiti incantati alla vista del Clifton Suspension Bridge brillare sopra il fiume Avon.

Una giornata produttiva quindi e per chi non ha mai passeggiato attorno a Clifton Village suggerisco un’aperitivo al bar dell’Avon Gorge, e chissa’ mai, un pensierino per il futuro matrimonio!

Pagina uno

peter-panBenvenuti al Blog di Neverland fotografia

la prima cosa che vorrei spiegare è  la scelta del suo nome: perche’ Neverland?

Chi ce’ dietro a Neverland?

Cos’e’ Neverland?

Allora, partiamo dall’inizio.

Mi chiamo Linda e Neverland e’ il mondo in cui sono cresciuta.

E’ strano come questo Blog sia nato su un’isola, non importa che isola, l’importante e’  essere qui come Peter Pan nel suo mondo e da ora in poi mi piacerebbe rendere partecipi di questo mondo anche voi.

Neverland crede nei Sogni e nel Per Sempre e questi sono gli obiettivi principali: dare alle persone immagini senza tempo e solo immaginate nei sogni prima d’ora.

Neverland lavora tra Uk e Italia ma questo non esclude collaborazioni anche con l’estero d’oltremare, e’ madrelingua italiano e fluente in inglese, si occupa di diversi tipi di fotografia come ritratti, matrimoni, maternita’, moda.

Nato come attivita’ professionale nel 2008 Neverland e’ stato concepito circa dieci anni fa a partire da una forte passione per la fotografia- allora analogica dove per un matrimonio dovevi indossare vestiario con ampie tasche, per avere il tuo buon numero di rullini a portata di tasca!- e dove veder comparire un sorriso in bianco e nero dalla stampa in camera oscura era come mangiare il gelato dopo il pranzo a casa della nonna!

Lo scopo di NeverlandBlog e’ di farvi scoprire la nostra attivita’, cosa ci interessa, cosa ci ispira, cosa facciamo, dove ci spostiamo e perche’ e come potete sempre tenervi in contatto con noi da dovunque!  Sara’ come leggere un “diario di bordo” niente di troppo serio o noioso, anzi, si parlera’ soprattutto di voi!

Benvenuti a bordo allora!

Neverland

“Alcuni vedono le cose come sono e si chiedono il perché. Io sogno cose che non sono mai esistite e mi chiedo perché no “.

R. Kennedy